Creme solari e packaging

Creme solari e packaging

Essenziali ed economiche oppure ricercate e di lusso, le creme solari garantiscono tutte sicurezza ed efficacia, dichiarando nella confezione qual’è il loro fattore di protezione. In Europa, indipendentemente dal prezzo di questi prodotti, si può quindi stare tranquilli ed essere certi che ciò che offrono gli scaffali dei supermercati, fino alle profumerie o alle farmacie, sono filtri solari che rispondono a requisiti fissati per legge. Ma la novità a cui bisogna prestare attenzione è che “sull’etichetta deve essere indicato il fattore di protezione nei confronti non solo dei raggi Uvb, ma anche Uva”. A fare il quadro della situazione all’Adnkronos Salute è il dermatologo dell’Università Cattolica di Roma Leonardo Celleno.

“Dopo 11 mesi d’ombra – spiega l’esperto  – è bene fare molta attenzione quando ci si espone per le prime volte al sole: sono i momenti più delicati e si deve proteggere la pelle con schermi solari alti,  è quindi importante che le confezioni riportino il fattore di protezione del prodotto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *